Draping: la nuova dimensione del make-up

Tecnica make-up che esalta particolarmente i lineamenti del viso, il Draping è una tendenza che piace molto.
Sia perché vengono impiegati soltanto due prodotti, che per il suo effetto tridimensionale, regalando una fisionomia più scolpita e naturale.

L’effetto sculpting creato è completamente diverso da quello che solitamente si ottiene utilizzando la tecnica del contouring. In questo caso, per evidenziare i lineamenti del viso con il Draping, basta utilizzare soltanto il fard o il blush bicolore.

Tendenza make-up ispirata dagli anni ’80, oggi riproposta dal designer Marc Jacobs, il Draping crea il mix perfetto di sfumature grazie alle nuove texture cosi leggere dei blush che diventano quasi una seconda pelle.

Come ottenete l’effetto Draping
Bisogna utilizzare due tonalità di blush della stessa famiglia cromatica. Si comincia con l’applicazione della tonalità più scura sotto gli zigomi, che andrà ulteriormente sfumata con la tonalità più chiara. I movimenti devono essere fatti nel senso ascendente per ottenere un look impeccabile!
Tuttavia, il segreto dietro questa tecnica è quello di utilizzare il blending, quindi per un risultato eccellente bisogna sfumare il fard molto bene. Il draping è sinonimo di equilibrio, quindi concentrarsi sui punti chiave del viso espandendo il colore lungo le ossa degli zigomi fino alle tempie.

Il metodo drape è una tecnica make-up che dona sicuramente un look morbido, fresco e al quanto naturale.

Draping errori da evitare
Come ogni buona regola, bisogna non esagerare. L’applicazione esagerata dei prodotti comporta un effetto rosso esagerato e pacchiano.
Inoltre il blush va applicato come descritto sopra, ovvero seguendo la linea ossea dello zigomo verso l’esterno, in diagonale. Applicarlo troppo alto o basso donerà al viso un aspetto stanco.

Prendi ispirazione anche dalle tendenze make-up più glam della primavera estate 2017.

Save

Save

Save

Save

Save

Save

Save