Capillari fragili: come prevenirli e curarli

Siamo in primavera, il che prevede bellissime giornate di caldo e tanta voglia di esporre bellissimi abiti e bellissime gambe… magari senza gli inestetici capillari fragili.

 

Parte del corpo che merita un’attenzione specifica non soltanto in estate, la pelle delle gambe durante l’inverno si disidrata visibilmente e non solo.

Per via del frequente cambio di temperatura dal freddo al caldo vengono provocati anche dei shock a livello di microcircolazione sanguigna. Questo fattore provoca la fragilità delle vene e dei capillari.

Contribuiscono ovviamente la mancanza di esercizio fisico, il sovrappeso e lo stare in piedi a lungo. Anche la gravidanza, l’esposizione alla luce solare, il consumo di sigarette o alcol, cibi piccanti ed i massaggi anti-cellulite aggressivi sono fattori importanti. Queste sono le cause più frequenti che provocano la comparsa dei capillari fragili.

Tuttavia, il motivo più comune è quello della predisposizione genetica ed i problemi di circolazione sanguigna.

Se in certe situazioni viene raccomandato l’intervento chirurgico, nelle situazioni meno grave come le finissime ed inestetiche capillari di superficie, ci sono dei coadiuvanti molto efficaci. Alcuni spray o gel di aloe vera sono perfetti per contrastare la fragilità dei capillari.

Nei casi più importanti, gli inestetici capillari rotti possono essere attenuati attraverso la chimica o il laser. Innanzitutto non bisogna allarmarsi, ma informarsi con precisione, farsi seguire da un medico specialista ed individuare insieme i migliori rimedi. Attraverso la videocapillaroscopia, un valido indicatore assolutamente non invasivo, si riesce a visualizzare la struttura dei capillari. Di seguito si riesce a diagnosticare nei minimi dettagli lo stato del microcircolo.

  • Nel caso della tecnica di microscleroterapia, trattamento utilizzato da anni per trattare i capillari, viene iniettato tramite un ago, direttamente nel vaso capillare, una schiuma che produce la chiusura del capillare, seguita dalla graduale scomparsa del vaso sanguigno.
  • Anche le microiniezioni di ozono – terapia ultima ora, dimostrano di essere efficaci. Attraverso gli effetti terapeutici dell’ozono viene migliorata la circolazione e si riduce l’aggregazione dei globuli rossi. In questo modo viene migliorata la capacità di trasporto di ossigeno nei tessuti. L’unica imperfezione è che gli effetti si mantengono solo con una terapia costante.
  • Un’altra terapia che affronta la comparsa delle vene varicose è quella al laser.
    La fotocoagulazione laser serve per chiudere i vasi. I risultati sono ottimali nei casi dove i capillari sono sottili. In caso contrario questo trattamento risulta inefficace. La terapia al laser si deve applicare in sessioni ripetute di 4-6 settimane per ottenere la chiusura dei vasi sanguigni e la scomparsa del aspetto varicoso della zona. Il trattamento è utile per contrastare la couperose e le varici.

Avere delle belle gambe non è più un sogno. Ora che sai come prevenire e combattere i capillari fragili per avere gambe perfette, ricordati di bere tanta acqua, fare movimento e condurre uno stile di vita salutare.

La bellezza, la cura e la salute delle tue gambe dipende solo da te!
Scopri anche i migliori minerali alla base di una vita più sana e più serena.

Save

Save

Save

Save

Save

Save

Save

Save

Save

Save

Save

Save

Save